Il film ucraino “Bad Roads – Le strade del Donbass” al cinema Sivori di Genova

0
413

Un film ucraino sulla guerra in Ucraina girato nel 2020. La regista Natalya Vorozhbit non si aspettava che l’attualità più drammatica avrebbe accompagnato l’uscita di “Bad Roads – Le strade del Donbass”da giovedì 5 maggio in programma al cinema Sivori di salita Santa Caterina.

Il film è proiettato in versione originale russa e ucraina con i sottotitoli in italiano, da giovedì a sabato ore 19 – 21.30, domenica ore 18, per i giorni successivi consultare il sito www.circuitocinemagenova.com.

Tratto dall’omonima pièce oggi rappresentata nei teatri delle capitali europee, “Bad Roads” è stato designato dall’Ucraina agli Oscar 2022 come Miglior Film Internazionale. In occasione della presentazione del film alla 35ª Settimana della Critica a Venezia 2020, dove è stato insignito del Premio Circolo del Cinema di Verona, Natalya Vorozhbit ha dichiarato: «Provo sempre a catturare l’ambiguità e usare l’ironia anche nelle storie più difficili.

Quando si parla di cose spaventose solo in modo spaventoso, si ribadisce solo l’evidente. […] Con “Bad Roads” voglio spaventare coloro che pensano che questa guerra sia molto lontana da loro e non li riguardi. La guerra è vicina, non sei mai pronto». L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia il 24 febbraio 2022 ha interrotto le riprese del secondo film della cineasta, “Demons”, anch’esso incentrato sulla relazione tra Russia e Ucraina. Sui social, la regista ha recentemente dichiarato: «Speravo che la mia opera “Bad Roads” avesse valore solo come riflesso del passato e non mi dà alcuna soddisfazione la sua rilevanza in questo momento».

“Bad Roads – Le strade del Donbass” racconta quattro diverse risposte che le persone possono dare per sopravvivere al caos della guerra. Quattro storie ambientate lungo le strade del Donbass nel pieno del conflitto. Non ci sono spazi sicuri e nessuno può dare un senso a quello che sta succedendo. Pur essendo tutti in una trappola, alcuni riescono ad esercitare l’autorità sugli altri.

Ma in questo mondo, dove sembra non ci sia un domani, non tutti sono indifesi e miserabili. Anche le vittime più innocenti possono improvvisamente prendere il controllo. Sono quattro strade dissestate.

Quattro storie di amore, odio, fiducia, tradimento e violazione dei confini personali proiettate sullo sfondo della violazione dei confini nazionali: un preside di scuola è bloccato ad un check point; una ragazza aspetta il fidanzato ad una fermata d’autobus con delle amiche; una giornalista è sequestrata da un violento militante; una donna investe la gallina di una coppia di contadini e cerca in tutti i modi discusarsi.

Le quattro storie sembrano distinte e separate, ma sono unite dal fluire del racconto di un unico grande destino comune, che il finale vorrebbe aprire alla speranza attraverso la ragione.

BIOGRAFIA 

Natalya Vorozhbit è nata a Kiev nel 1975 e si è laureata all’Istituto letterario di Mosca. “Bad Roads”, il suo primo film, è presentato sul palco nel 2017 al Royal Court Theatre di Londra. La pièce originaria contemplava 6 episodi. Nel 2009, la Royal Shakespeare Company ha prodotto la sua commedia “The Grain Store”.

La sua commedia “Maidan: Voices from the Uprising” è messa in scena nel 2014 sia alla Royal Court di Londra che al Teatr.doc di Mosca. Vorozhbit è stata la sceneggiatrice capo dell’acclamata serie TV russa del 2010 “School” (69 episodi). Ha inoltre scritto i film “Steel Butterfly” (2012), “Wild Fields” (2016) e “Cyborgs” (2017).

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha interrotto le riprese della sua opera successiva, “Demons”, a soli quattro giorni dalla fine delle riprese. Dopo l’invasione, la pièce “Bad Roads” è recitata nelle piazze di diverse città europee, come Londra e Parigi.